In seguito al successo della prima uscita, le battaglie di Hiroshi Shiba e Miwa Uzuki proseguono in Jeeg Robot D’Acciaio Parte 2 presentate per la prima volta anche in alta definizione nel formato Blu-ray da Anime Factory.

L’equipaggiamento di Jeeg

A caratterizzare uno dei robot giganti più amati nella storia dell’animazione, è senza dubbio la ricca varietà di attacchi.

Pugni come missili: maglio perforante e doppio maglio perforante

Il pugno di Jeeg si stacca dal braccio come un razzo indirizzato a colpire l’avversario; a staccarsi può essere sia il solo pugno sia l’intero avambraccio. Quando i pugni si uniscono e vengono sparati in coppia, si ha il doppio maglio perforante. I nomi originali di questi attacchi sono, rispettivamente, Knuckle Punch e Knuckle Bomber.

Il maglio perforante è un attacco che Jeeg ha in comune con un altro celebre robot gigante creato da Go Nagai e pubblicato da Anime Factory, ossia Ufo Robot Goldrake.

Dalla corta distanza: Dynamite kick e Jeeg breaker

Negli scontri corpo a corpo, Jeeg è solito ricorrere a un calcio volante denominato Dynamite kick. Dopo aver intrappolato l’avversario nemico in un abbraccio mortale, impiega la tecnica di stritolamento Jeeg breaker. Per attirare a sé il nemico, fa precedere il tutto da una scarica di super neutroni (Magnet Power On), ossia un raggio di energia magnetica prodotta dal proprio foro addominale.

Protonici, Gamma e Delta: tutti i raggi del robot d’acciaio

A disposizione di Jeeg c’è anche una vasta dotazione di raggi. Dal foro addominale parte anche il suo potentissimo raggio protonico (Spin Storm); dal petto vengono emessi i raggi Delta (Magnet Rope), spesso utilizzato a guisa di cavi per legare l’avversario; dagli occhi vengono sparati i raggi Gamma (Jeeg Beam), impiegabili anche quando la testa non è agganciata al corpo.

Scudi rotanti, Modulo H305 Antares e missili perforanti assortiti

Dalla seconda parte della serie, Jeeg comincia a sfruttare scudi rotanti che vanno installati al posto delle braccia, oltre alla dotazione composta dal Modulo H305 Antares, che gli consente di trasformarsi in centauro. A rientrare tra le armi agganciabili al corpo sono anche i missili perforanti (Mach Drill) e i missili superperforanti (Earth Parts), entrambi in grado di consentire a Jeeg il volo e la perforazione del suolo.

Bazooka spaziale e Boomerang elettronico

Jeeg è in grado di sostituire il proprio braccio all’altezza della spalla con il Bazooka spaziale (Jeeg Bazooka), che gli consente di sparare raffiche di proiettili; inoltre, unendo le mani a V può lanciarle contemporaneamente creando così il Boomerang elettronico.

In acqua e nello spazio

Dopo il trentesimo episodio della serie, scopriamo non solo che Jeeg può combattere in acqua grazie a componenti subacquei capaci di mutarlo in una sorta di sottomarino armato, ma anche di trasformarsi in una navicella spaziale per merito di astrocomponenti.

Per vedere all’opera Jeeg con le sue nuovi armi, non lasciatevi sfuggire il secondo volume di Jeeg Robot D’Acciaio.